Puccia Piemont

Vallée d'Aoste. Piémont

300 g de farine de maïs,

1/2 chou,

300 g de viande grasse de porc,

du parmesan râpé, du sel, poivre en grains.

Nettoyez, lavez et coupez le chou en petits morceaux; coupez la viande de porc en dés. Disposez le tout dans une marmite avec 1,5 1 d'eau salée et portez a ébullition, en faisant cuire pendant une demi-heure. Versez enfin la farine de maïs en pluie et laissez cuire encore 45 minutes en mélangeant avec la cuillère en bois. Servez la polenta bouillante en complétant avec une poignée de parmesan râpé et du poivre fraîchement moulu.



Come preparare la puccia alla piemontese

La puccia si può in parte paragonare a del pane casereccio, originaria del Piemonte ora si sta un andando diffondendosi in tutte le regioni. In questa guida ti indico come preparare quella piemontese, impiegherai circa due ore ma vedrai che ne sarà valsa la pena.

 

Prendi il cavolo ed elimina le sue foglie più dure, togli anche il torsolo, dopodichè taglialo in quattro pezzi, lavalo per bene, poi mettilo in una casseruola con acqua bollente, mettigli un poco di sale e lascialo lessare. Appena pronto, scolalo e mettilo da parte. Prendi una pentola, possibilmente di terracotta.

Mettila sul fuoco e metti al suo interno il pezzo di carne, coprilo con dell'acqua. Appena l'acqua bolle, versaci le verdure ed un poco di sale e completa la cottura della carne. Ogni tanto togli la schiuma che va formandosi. Appena la carne si sarà cotta scolala e tagliala a pezzi, come a formare dei dadi.

Prendi il brodo che è nella pentola e passalo in un passino fine, rimettendone un poco nella pentola mentre l'altro lascialo in un contenitore. Aggiungi al poco brodo che è nella pentola, la carne ed il cavolo. Versaci la polenta e mescola il tutto. Dopo un poco togliere la pentola dal fuoco, condisci con del burro a pezzetti ed il formaggio grattugiato, dopodichè puoi servire.



Home Page

ItalienPasta.comRecettes savoureuses en images par Adriano Grego

 

RECET***********************************************************************************************************************************************************************************